Lasciamoci tentare…da una torta al cioccolato!

27 marzo 2013

Lasciamoci tentare...da una torta al cioccolato!Con l’arrivo della primavera ci vengono in mente vestiti leggeri e costumi colorati e il primo pensiero è quello di ridurre un po’ le calorie. Ma siccome quest’anno la primavera è in ritardo…posticipiamo i buoni propositi. Concediamoci una delle torte più golose: la torta al cioccolato!

Questa è una ricetta facilissima (potrebbe farla anche Martina, senza sporcarsi le mani!) e una volta fatta si può mangiare “in purezza” oppure, se volete dare sfogo al vostro estro creativo, coprirla con la pasta di zucchero, che io per l’occasione ho interpretato come un prato di margherite.

Quello che vi serve: 200 grammi di farina, 200 grammi di zucchero, 200 grammi di burro, 200 grammi di cioccolato fondente, 6 uova (facile da ricordare, le dosi sono tutte uguali!).

Cosa dovete fare: fondete il burro a bagnomaria (al microonde è perfetto, e più veloce!), e nello stesso modo anche il cioccolato. In una terrina sbattete con una frusta le uova intere con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata, il burro sciolto e per ultimo il cioccolato fuso. Mescolate bene! Versate quindi in una tortiera (24 cm di diametro) ricoperta di carta forno. Infornate a forno caldo a 180° per circa 30-40 minuti.

Se decidete di rivestirla di pasta di zucchero, una volta fredda spalmarla bene tutto intorno con una ganache al cioccolato (la crema alla nocciola che tutti conosciamo in questi casi è perfetta!).  Quindi procedete a rivestire la torta e a decorarla con la pasta di zucchero…non vi preoccupate, se vi interessa, la prossima volta vi spiegherò come usarla al meglio!

Nadia Calderoni Fin da piccola indiscusso vulcano di creatività e professionalità, tutti conoscono Nadia per la bontà dei suoi dolci, l'originalità delle sue creazioni "hom-made" e per il suo carattere da "maresciallo". E se per ogni riccio c’è un capriccio...in lei c’è anche una qualità: è il jolly dell’Orsa, ovunque la mettiate troverete sempre ciò che cercate. Leggi tutti gli altri articoli di Nadia Calderoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *