La Festa romagnola all’Orsa!

15 luglio 2013

Oh, la bella Caterinella, che gambe gambette, ginocchia rotonde, il pet a cumbaz, e il culo a cappon e il suo Polidoooooor! 

Eh, che ricordi questa canzonetta! Me la cantava sempre mio nonno quando ero piccola e lo accompagnavo a fare la spesa per l’Orsa: mi faceva un sacco ridere e gli chiedevo sempre di cantarmela (e soprattutto pensavo, chi sarà mai questo Polidor?)! Era davvero una cosa imperdibile e quando stavo seduta nel baule della macchina tra cassette di frutta, chili di pasta, cesti di pane e pacchi di carta igienica (su qualcosa di morbido dovevo pur sedermi!) mi divertivo tantissimo 🙂

piadinara fashionE ogni volta che qui all’Orsa facciamo la festa romagnola, mi vengono sempre in mente questi ricordi! Per la cena romagnola non può mancare ovviamente la piadina: la preparazione di questa delizia è riservata a mia mamma, la cosiddetta piadinara fashion. Vi avviso: voi potete anche chiederle la ricetta, ma 1. non vi verrà mai uguale, 2. la sua è comunque migliore (a me piace quasi di più quella che fa la nonna Maria, perché ha un ingrediente segreto, ma lo lo dico a mia mamma 😉 )! La parte invece della cottura è compito di Giancarlo, che puntualmente alle sette si posiziona in bermuda e maglietta davanti alla piastra!

 

 

 

 

 

 

Giancarlo cuoce la piadina!Io e la Raffaella ci mettiamo i grembiuli dell’azdora e prepariamo il buffet con il pinzimonio, gli affettati e lo squaquerone: una meraviglia! Quando poi portiamo tra i tavoli i passatelli in brodo, i cappelletti e gli strozzapreti al ragù, vediamo proprio la gioia dei nostri clienti: la serata romagnola infatti è proprio una soddisfazione per noi, perché portiamo in tavola le nostre cose.

E alla fine, dopo la grigliata mista di carne (gnam!), arriva il dolce: che sia la ciambella, la zuppa inglese o la piadina con la nutella (stragnam!)…nessuno riesce a dire di no!

Va bene, vi svelo anche l’ultimo segreto: alla fine del servizio, uno spicchio di piadina con la nutella non me lo toglie nessuno 🙂 e si vede!

 

Martina Capellini Meglio conosciuta come "bambina da hotel", Martina vi accoglierà con il suo sorriso e la sua disponibilità...tra un caffè, un cappuccino, una traduzione e un aggiornamento sui social! Leggi tutti gli altri articoli di Martina Capellini

2 Responses to “La Festa romagnola all’Orsa!”

    • Nadia Calderoni on

      Grazie Bruna, ma noi vorremmo di nuovo fare delle piadine per te e Angelo…e magari fare anche una partita a canasta! Ti ricordi?

      Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)